Tumore della lingua: cenni illustrativi

Tumore della lingua: cenni illustrativi

Nell’ambito dei tumori del cavo orale,  la lingua è la sede più frequentemente coinvolta, rappresentando il 30% circa di tutte le lesioni maligne; come per tutti i tumori del cavo orale, i principali fattori di rischio sono il fumo di sigaretta, il consumo di alcol ed il traumatismo della superficie interna della bocca.
Nel 95% dei casi si tratta di un carcinoma spinocellulare; molto meno frequenti sono i linfomi, i carcinomi adenonoidocistici e gli adenocarcinomi.

Incidenza e manifestazione del tumore della lingua

La sua incidenza è variabile tra gli 8 e 10 casi ogni 100 mila abitanti, soprattutto nella popolazione maschile, con incidenza di 3 a 1 rispetto alla popolazione femminile.
A volte la sua presenza si manifesta con una macchia di colore rosso o eritroplachia o biancastro o leucoplachia. In altri casi si riscontra la presenza di una lesione che tende a non guarire, fino a provocare anche perdita di sangue dalla bocca.
Inoltre, spesso in chi è colpito da un tumore alla lingua la masticazione o la deglutizione sono associati ad un dolore lieve o moderato, che può essere simile ad un mal di gola.
Infine, il tumore alla lingua può essere associato ad alitosi o cattivo sapore in gola.

Diagnosi e terapia del tumore della lingua

La diagnosi e lo stadio di sviluppo del tumore possono essere confermati con una biopsia ed esami strumentali come la risonanza magnetica e la Tac.
Solo dopo una definizione approfondita del cancro è possibile passare alla terapia, che prevede principalmente l’asportazione chirurgica della massa tumorale.
Radioterapia e chemioterapia sono in genere usate come adiuvanti nel post operatorio dei tumori avanzati e meno frequentemente in alternativa alla chirurgia.
Fra le possibili complicanze del trattamento vanno contemplate difficoltà a mangiare ed a deglutire, a parlare, fino a problemi di respirazione.

No Comments

Post A Comment